Ricetta della pasta alla genovese

 Ricetta della pasta alla genovese

Articolo aggiornato il

pasta alla genoveseNon fatevi ingannare dal nome, la pasta alla genovese è un piatto tipico della cucina napoletana. In sostanza è un piatto molto semplice ma saporito, si tratta di un ragù bianco cotto a fuoco lento. Un primo piatto sostanzioso, tipico dei pranzi della domenica con la famiglia riunita al gran completo. Per tradizione la pasta alla genovese si fa con gli ziti, ma naturalmente si può usare il formato di pasta che si preferisce, andranno bene anche mezze maniche e penne.

Pasta alla genovese: gli ingredienti per 4 persone

  • 500 gr di carne di manzo
  • 1 cipolla grande
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • una costa di sedano
  • una carota
  • 1 foglia di alloro
  • 1 litro di brodo di carne
  • 500 gr di pasta

Pasta alla genovese: procedimento

Per preparare la pasta alla genovese

pasta alla genovesePer prima cosa lavare e mondare le verdure, sedano carota e cipolla, quindi tritarle. Ponete un tegame capiente sul fuoco e versate olio evo q.b. versatevi il trito ed accendete il fuoco, che dev’esser basso. Far rosolare per bene. Tagliare la carne a pezzetti piccoli e versarli nel tegame per farli rosolare. A questo punto aggiungere il brodo e la foglia di alloro, girare per bene, coprire e cuocere per tre ore. Infine, quando il sugo è pronto, cuocere la pasta al dente in acqua leggermente salata. Scolare la pasta e condirla con il sugo.

Questo sugo per la pasta alla genovese si conserva bene anche per una settimana, in frigo. Se si vuole si può lasciare la carne a pezzi grandi e consumarli per secondo.

Perchè si chiama pasta alla genovese se viene da Napoli? Questo piatto fu ideato nel XV secolo da cuochi genovesi che facevano parte della corte aragonese. Per tradizione culinaria, questi cuochi genovesi usavano una salsa a base di carne, senza pomodoro, per condire la pasta. In epoca borbonica la ricetta originale probabilmente è stata semplificata, per arrivare alla versione che oggi possiamo gustare.

(111)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.