Menu Chiudi

Cucinare con il tartufo: tutte le curiosità

Cucinare con il tartufo

Cucinare con il tartufoCucinare con il tartufo è facile o difficile? Se riuscite a resistere all’odore, e se il vostro portafoglio ve lo consente, scoprirete che non è affatto difficile preparare dei piatti a base di tartufo. Per chi non ne avesse mai avuto uno sotto il naso, sappiate che l’odore è sconvolgente, simile a quello della bombola del gas lasciata aperta. Il gusto però è decisamente qualcosa di unico.

Cucinare con il tartufo: quanto ne sai?

Il tartufo, per prima cosa, è un fungo ma non è ben visibile come questi, poiché si trova sotto la terra (20 cm o più). Ne esistono diverse varietà, dal bianco al nero, all’estivo etc… Questo è uno degli aspetti che determinano il prezzo, insieme anche alla grandezza.

Il tartufo, non è solo un fungo carissimo e puzzolente, è anche ricco di: calcio, proteine, potassio e magnesio, quindi fareste bene a non storcere il naso.

Il tartufo si raccoglie a cominciare dalla fine dell’estate fino all’inizio dell’inverno, si dissotterra con uno zampettino, avendo cura di non danneggiarlo e di rimettere la terra a posto per favorire la nascita di altri tartufi.

Cucinare con il tartufo: come sceglierlo, conservarlo e pulirlo

Come si sceglie un tartufo? Prima di tutto non dev’esser gommoso ma sodo al tatto, non deve avere terra all’interno e deve odorare di tartufo, altri odori irriconoscibili non qualificano un buon tartufo.

Cucinare con il tartufo fresco è un’ottima cosa, ma in ogni caso il tartufo si può conservare per diversi giorni e se ben pulito e asciugato si può anche congelare. Se li riponete in un contenitore, cospargeteli generosamente di riso che assorbirà l’umidità.

Il tartufo si pulisce in modo semplice: lo si immerge in acqua fredda, si rimuove la terra con uno spazzolino e lo si asciuga. Quindi si può congelare, grattugiare, tagliare a fettine e preparare in vari modi.

Evitare il sotto vuoto, il tartufo può diventare gommoso e rilasciare umidità causando muffa.

Cucinare con il tartufo: idee

Il tartufo si sposa bene con il riso, le fettuccine, le tartare di carne cruda, i formaggi o anche solo due uova al tegamino. Il tartufo nero è quello che meglio si sposa con la pasta (ed è anche il più economico). Il tartufo bianco si sposa bene con tortellini o cappelletti in brodo e con il pesce.

(69)

No votes yet.
Please wait...

1 Comment

  1. Pingback:Cibi di lusso: i più costosi del mondo - Rete News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.