sindrome di alienazione parentale PAS

Sindrome di alienazione parentale, diritto alla bigenitorialità Affidamento e collocazione dei figli

1Shares

Cosa succede se il genitore collocatario non fa vedere i figli all’altro genitore ?

In questi casi si può parlare di sindrome di alienazione parentale o genitoriale, che è un fenomeno psicologico per effetto del quale un bambino subisce la denigrazione di genitore, da parte dell’altro genitore separato e, perciò, arriva a rifiutare i contatti con il primo.

Si tratta effettivamente di un abuso, perché realizza un allontanamento di una delle due figure genitoriali indotta nel figlio da comportamenti manipolativi della sua personalità posti in essere dalla madre contro il padre o viceversa.

La comunità scientifica non ha ancora riconosciuto tale sindrome come un disturbo patologico classificato; anche i Tribunali hanno visioni difformi ed esitano ad adottare dei provvedimenti giudiziari che possano dire che sussista effettivamente tale sindrome.

Ci sono due modi per impedire ad uno dei due genitori di vedere i figli: il primo consiste in una condotta attiva e diretta con cui l’altro genitore si adopera affinché i bambini non vadano agli incontri con l’altro genitore.

La seconda è più subdola e indiretta: il genitore collocatario parla costantemente male dell’ex davanti ai figli facendo in modo di alterare la percezione che questi hanno dell’altro genitore, sino a portarli ad odiarlo e a rifiutare qualsiasi contatto con lo stesso.

Ciò degenera in una vera e propria negazione della figura genitoriale non collocataria, tanto da imputare a questi la colpa per tutti i problemi familiari.

Invece, il genitore che convive con i propri figli, sia esso padre o madre, ha l’obbligo di favorire che i figli mantengano un rapporto stabile con l’altro genitore, adoperandosi per vincere eventuali resistenze di questi in modo che venga mantenuto un legame affettivo stabile e duraturo.

E’ il diritto alla bigenitorialità previsto dalla nostra Costituzione.

Leggi anche
Eredità: cosa spetta ai figli ? quali sono gli obblighi per i genitori

Cosa rischia il genitore che sottrae il minore all’altro genitore ?

Detto ciò, dobbiamo ora spiegare cosa rischia il genitore che sottrae il minore all’altro genitore.

Innanzitutto, rischia una denuncia per il reato di sottrazione di minori; in particolare, il codice penale prevede il reato di sottrazione di minore a carico di chi sottrae un minore di 14 anni al genitore esercente la responsabilità genitoriale.

Il reato è procedibile a querela del genitore esercente la responsabilità genitoriale o del tutore o del curatore e la pena prevista è la reclusione da uno a tre anni.

La condotta rilevante penalmente richiede che uno dei genitori sottragga all’altro genitore il minore o lo trattenga presso di sè per un considerevole periodo di tempo impedendo o rendendo estremamente difficile l’esercizio della responsabilità genitoriale dell’altro.

Questo contegno è finalizzato a interrompere il rapporto intercorrente tra il genitore e il figlio; legame posto ovviamente alla base del corretto svolgimento delle funzioni educative che ogni genitore ha.

Il concetto di sottrazione è inteso dalla giurisprudenza non solo come un allontanamento fisico, ma anche come una globale sottrazione del figlio alla sfera di vigilanza del genitore così da impedirgli di ricoprire il compito di cui l’ordinamento lo ha investito sempre nell’interesse del bambino.

Se il giudice ha già emesso una sentenza con cui definisce gli orari e giorni di visita del genitore non convivente, il genitore che non faccia vedere i figli all’altro rischia anche un’incriminazione per il reato di elusione del provvedimento del giudice sull’affidamento.

La legge punisce chi elude l’esecuzione del provvedimento del giudice civile che concerne, in questo caso, l’affidamento di minori o di altre persone incapaci.

La pena prevista è quella della reclusione fino a tre anni oppure la multa.

Questo reato, quindi, non si può configurare, ma scatta appunto quello di sottrazione di minori, quando la coppia non è ancora andata davanti al giudice a definire l’affidamento e il diritto di visita.

Ma se quella pronuncia è stata già emessa, è ben possibile il concorso di entrambi i reati nello stesso momento.

Leggi anche
Le spese straordinarie a carico dei genitori separati per i figli?

Potrebbe il giudice disporre l’affidamento esclusivo a favore del genitore leso ?

alienazione genitoriale

Anche se non è automatico, la commissione del reato ai danni dell’altro genitore può implicare un ripensamento del giudice sull’affidamento condiviso; in altre parole, il giudice, potrebbe disporre l’affidamento esclusivo a favore del genitore leso.

A prescindere dal tipo di affidamento che sia stato stabilito dal giudice, il genitore collocatario deve sempre consentire che i figli incontrino l’altro genitore secondo il calendario prefissato dal giudice stesso.

Se, invece, non lo fa è possibile fare un apposito ricorso al giudice chiedendo appunto l’emanazione di un provvedimento che faccia cessare questo indebito comportamento, che ostacolando l’altrui diritto di visita, rappresenta una grave inadempienza e crea un pregiudizio psicologico al minore.

Oltre alla denuncia e alla possibilità della revoca della collocazione e dell’affidamento, il genitore che sottrae i figli minori, rischia anche una condanna al risarcimento del danno sia in favore dell’altro genitore che dello stesso figlio.

Il padre che ha denunciato la madre per sottrazione dei minori o per elusione dei provvedimenti del giudice può quindi costituirsi parte civile nel processo penale al fine di ottenere l’indennizzo.

Leggi anche
Responsabilità dei genitori per le condotte illecite su internet dei figli

In conclusione

Sinteticamente, sulla base di quanto appena illustrato, il genitore collocatario e che sottragga i figli al padre rischia una denuncia per sottrazione di minori, una denuncia per elusione dei provvedimenti del giudice in merito all’affidamento, la revoca dell’affido condiviso, la revoca della collocazione dei figli presso la propria residenza e, non in ultimo, una condanna al risarcimento del danno in favore sia del padre che del figlio.

Per maggiori informazioni sul diritto di famiglia www.caradonnaiellamoavvocati.it

Per maggiori informazioni sulla Sindrome da Alienazione ParentalePAS www.stateofmind.it

Per maggiori informazioni su Cosa è il genitore collocatario prevalente?  www.repubblica.it

Fonte Immagini: Depositphotos

1Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.